Cropelli
Search
Close this search box.
Rubinetto doccia: bicomando, miscelatore o termostatico?

Realizzare il bagno dei propri  sogni può essere una divertente avventura. Le decisioni da prendere sono tante, alcune piccole, alcune grandi. L’obiettivo principale, in ogni caso, è uno, ovvero quello di avere un bagno accogliente, bello, confortevole e funzionale, nonché possibilmente facile da mantenere tale nel tempo. Tra le decisioni da prendere c’è anche quella relativa alla scelta dei rubinetti, e in particolare meccanismo del rubinetto della doccia.

I comandi per regolare il flusso e la temperatura dell’acqua, nel caso della doccia e della vasca da bagno, si dividono infatti in tre grandi categorie:

  • Rubinetto bicomando
  • Rubinetto miscelatore monocomando
  • Rubinetto miscelatore termostatico

 

Quale scegliere per il tuo bagno?

Rubinetto Bicomando

Il rubinetto bicomando è, senza ombra di dubbio, un modello del passato, che però non smette di affascinare una fetta ristretta – ma non troppo – di persone. Si tratta infatti di un sistema estremamente semplice per la regolazione dell’acqua, che presenta due manopole: con una è possibile regolare il flusso dell’acqua fredda, con l’altra il flusso dell’acqua calda. Non si tratta ovviamente di un sistema particolarmente funzionale, né confortevole. Per raggiungere la temperatura ricercata è infatti necessario mettersi all’opera con entrambe le manopole, lavorio che di certo può dare fastidio nel momento in cui si deve spegnere l’acqua per insaponarsi o per farsi lo shampoo, per poi dover rifare tutto per impostare nuovamente la temperatura dell’acqua. Indubbiamente, dopo alcuni utilizzi, anche la regolazione del miscelatore bicomando diventa automatica e abbastanza veloce, senza però raggiungere, in nessun caso, la praticità dei modelli monoleva o termostatici. Di fatto, il rubinetto bicomando viene scelto da chi vuole dare al proprio bagno uno stile squisitamente vintage.

Rubinetto miscelatori monocomando

Il miscelatore monocomando o monoleva è attualmente il sistema più diffuso. Si tratta infatti di un rubinetto dotato di un unico comando, il quale permette di regolare comodamente e con un solo gesto sia la temperatura dell’acqua, sia la potenza del getto. Molto più funzionale e pratico dei rubinetti a doppia manopola, il modello monocomando è andato per la maggiore per anni, in tutti gli ambienti della casa, e quindi anche in bagno. Nell’ultimo periodo, però, la popolarità del rubinetto miscelatore monocomando è stata insidiata dall’avvento del rubinetto termostatico, un’innovazione che permette di portare a un livello superiore il comfort della doccia.

Rubinetto miscelatore termostatico

Il lusso di iniziare e finire una doccia mantenendo sempre la medesima temperatura, senza dover intervenire continuamente sui comandi per ritoccare il flusso d’acqua calda, e senza temere l’improvvisa apertura di un’altra utenza in casa, con il conseguente abbassamento – o incremento – della temperatura d’acqua. E si sa, a nessuno piace ritrovarsi d’un colpo sotto un getto d’acqua ghiacciato o bollente. Non stupisce quindi il successo dei rubinetti termostatici, i quali, una volta impostati, manterranno sempre la stessa temperatura, andando a regolare automaticamente il flusso d’acqua per garantire una doccia perfetta.

Vivi la Shower Experience.